Il Bed and Breakfast in Campania

Ecco i punti fondamentali da conoscere per chi vuole aprire un B&B in Campania.

  1. Costituisce attività ricettiva di “Bed and Breakfast” l’offerta di alloggio e prima colazione esercitata, con carattere saltuario e non professionale, da un nucleo familiare che, ad integrazione del proprio reddito, utilizza parte della propria abitazione, fino ad un massimo di quattro camere e per un massimo di otto ospiti.
    La Legge del 2018 ha aumentato il numero di camere da tre a quattro e il numero di ospiti da sei a otto.
     
  2. I servizi minimi da assicurare sono i seguenti:

    – fino a due ospiti un servizio bagno anche coincidente con quello dell’abitazione; oltre i due ospiti un ulteriore servizio bagno;
    – requisiti dimensionali minimi per camera, come segue:
    9,00 mq per un posto letto;
    12,00 mq per due posti letto;
    18,00 mq per tre posti letto;
    24,00 mq per quattro posti letto;
    – pulizia quotidiana dei locali;
    – cambio della biancheria, compresa quella da bagno, due volte a settimana o a cambio del cliente;
    – fornitura di energia elettrica, acqua calda e fredda, riscaldamento;
    – cibi e bevande confezionate per la prima colazione.
     
  3. I locali destinati all’attività di “Bed and Breakfast” devono possedere le caratteristiche strutturali ed igienico-edilizie, previste per i locali di abitazione dal regolamento igienico-edilizio comunale, nonché l’adeguamento alle normative di sicurezza vigente.
     
  4. Il soggiorno massimo consentito non può superare i trenta giorni consecutivi.
     
  5. Obbligo di residenza o di stabile domicilio presso i locali in cui si esercita il B&B.
     
  6. Bisogna apporre in luogo ben visibile all’interno del B&B la tabella dei prezzi praticati.
     
  7. I Titolari della struttura devono comunicare, ogni quattro mesi, all’Ente Provinciale per il turismo i dati ricettivi e del movimento ai fini statistici e alla Pubblica Sicurezza.

TUTTO ONLINE

Cresta Help Chat
Send via WhatsApp